Funzione Pubblica CGIL: "Chiediamo un incontro monotematico sulle iniziative per potenziare il Presidio territoriale di Cisternino"

2' di lettura 22/11/2022 - La struttura di Cisternino è uno snodo cruciale per intercettare i bisogni delle persone e uscire dal cono d’ombra della visione ospedale-centrica.

Ultimamente si ha la sensazione che la succitata struttura sia diventata una sorta di serbatoio da cui attingere personale da dirottare ad altre sedi. Tanto è accaduto anche nelle ultime ore a causa di un ordine di servizio nei confronti di un CPS-Fisioterapista che ha rischiato di determinare un’interruzione di pubblico servizio, con evidenti conseguenti ripercussioni sui pazienti.

È una decisione, questa, che sconcerta in quanto denota scarsa capacità di programmazione che nelle fattispecie si è tradotta nel non tener conto che tale presidio territoriale sta assumendo una spiccata vocazione di tipo riabilitativo- intensivo per pazienti provenienti da altre strutture sanitarie.

È appena il caso di ricordare che nella succitata struttura vengono ricoverati pazienti che avendo subito artroprotesi o fratture di femore necessitano di trattamento riabilitativo.

Ci pare, oltretutto, inverosimile questo modus operandi unilaterale dell’ organizzazione del lavoro che non solo elude il confronto con la parti sociali ma ancora peggio crea nocumento organizzavo alla predetta struttura.
Peraltro, in spregio alle più elementari regole di buon governo di una struttura di tipo sanitario, è stato perfino bypassato il dirigente della struttura.

Bene ha fatto, in questo caso, il Direttore Sanitario della Asl Br ad intervenire per ripristinare la corretta gestione del personale e dell’organizzazione del lavoro allo scopo di garantire i livelli essenziali di assistenza.

E’ assolutamente necessario, infatti, che la ASL BR intervenga immediatamente per avversare siffatti comportamenti che non permettono il dispiegarsi di buone pratiche in ambito gestionale e organizzativo con una pluralità di effetti ed implicazioni sul cittadino-utente.

La Funzione Pubblica CGIL, chiede pertanto, al Direttore Generale di voler convocare con urgenza un incontro monotematico per comprendere quali iniziative ritiene di assumere per potenziare il presidio territoriale di Cisternino.
In difetto si preannuncia una manifestazione pubblica presso la struttura di Cisternino coinvolgendo i cittadini-utenti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-11-2022 alle 11:52 sul giornale del 23 novembre 2022 - 6 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dEcr





logoEV