Oggiano: "La Regione non erogherà più il contributo per la retta scolastica a 66 famiglie. Intervenga il Comune"

3' di lettura 18/11/2022 - Viviamo  ormai in una Citta fuori controllo! Dopo la chiusura definitiva dell'asilo nido comunale Santa Chiara, dopo la chiusura dell'asilo nido comunale Modigliani di Sant'Elia per motivi di sicurezza strutturale  (non si sa ancora quale possa essere il giorno della riapertura) che tanti disagi sta creando ai bambini ed  alle relative famiglie cade un ulteriore tegola sulle stesse: la Regione Puglia attraverso Puglia Sociale ha comunicato a 66 famiglie (delle 160 che hanno bambini presso gli asili nido comunali gestiti dalla coop. Gialla) che non potranno accedere al contributo regionale per il pagamento della esosa retta (525 euro al mese) perche dichiarate ammissibili ma non finanziabili (finite le risorse??) oppure inesistenti nonostante regolare domanda!

E' un epilogo che avevamo gia abbondantemente previsto in tempi non sospetti quando denunciammo che a causa della scellerata decisione dell'Amministrazione Rossi di aderire al Piano di riequilibrio finanziario (predissesto), concedendo ai privati la gestione diretta di tutto il servizio (compreso l'incasso delle rette) per fare cassa, chi ne avrebbe subito le conseguenze sarebbero stati i bambini e le relative famiglie! Il risibile quanto flebile tentativo di imbonire le famiglie attraverso l'utilizzo dei voucher regionali come si e' visto e' risultato fallimentare. Ora la cooperativa Gialla batte cassa chiedendo alle 66 famiglie (ammesse ma non finanziate) gli arretrati (oltre 2.500 euro) e la retta integrale di 525 euro mensili! Un salasso che difficilmente potra essere sostenuto dalle famiglie!

Il rischio concreto e' che i bambini vengano ritirati creando inevitabili scompensi alle mamme e papa lavoratrici/lavoratori ma soprattutto si sta ledendo il diritto sacrosanto dei bambini di vivere in un ambiente sereno e conosciuto e pedagogicamente riconosciuto arrecando inevitabili traumi sul delicato equilibrio psico fisico degli stessi! A questo punto il Comune di Brindisi deve assumersi la responsabilita politica e morale di quanto sta accadendo finanziando le quote parti delle rette delle famiglie riamaste escluse dai voucher regionali! E se malauguratamente a qualcuno venisse in mente di ammantarsi dietro "la scarsita' di risorse finanziarie" del bilancio Comunale iniziasse sindaco e assessori a tagliarsi le laute indennita' (aumentate dall'1 gennaio 2022) mettendole a disposizione di questa problematica che loro hanno creato!

Io sono pronto a farlo nonostante non abbia responsabilita di governo, tanto meno laute indennita! Inoltre la cooperativa concessionaria Gialla corrisponda regolarmente gli stipendi alle 11 lavoratrici dell'asilo nido comunale Modigliani, evitando di strumentalizzare la chiusura dello stesso scaricandola sulla pelle delle 11 lavoratrici!! Se andiamo a fondo su quanto successo al Modigliani potremmo magari scoprire responsabilita omissive della cooperativa che insieme alla mancata corresponsione degli stipendi alle lavoratrici potrebbero incardinare i presupposti di una risoluzione unilaterale del contratto da parte del Comune di Brindisi cosi come previsto dal capitolato speciale d'oneri!

Sara' sicuramente cura della prossima Amministrazione riportare a normalita' un servizio delicato che merita piu attenzione e rispetto di quanto dimostrato dal sindaco Rossi e dalla sua irresponsabile amministrazione!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-11-2022 alle 11:28 sul giornale del 19 novembre 2022 - 6 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dDr5





logoEV