Brindisi, Oggiano (FdI): "Il Pd in preda ad una crisi di nervi, sempre più succube di Rossi e BBC, e intanto i brindisini continuano a soffrire"

3' di lettura 21/01/2021 - Nota di Massimiliano Oggiano, Capogruppo di Fratelli d'Italia del Comune di Brindisi

"Apprezzabile il tentativo del consigliere regionale Amati (e non lo dico simulando altri pensieri) di inserirsi quasi quotidianamente nelle vicende “brindisine” e dove il sindaco Rossi, i suoi movimenti post ideologici vetero ambientalisti, ma soprattutto il PD, mascherati e nascosti da nuovi volti e/o giovani che puzzano già di vecchio, hanno avvelenato i pozzi del libero confronto perché chi non la pensa come loro rappresenta il male e non meritano "cittadinanza", dichiara Massimiliano Oggiano, Capogruppo di Fratelli d'Italia del Comune di Brindisi.

"La cosa singolare -sottolinea- è che lo stesso trattamento riservato alle opposizioni (quelle reali non virtuali) lo stanno riservando all’”alleato” Amati. Apprezzabile, ma stranamente non ancora conseguenziale, tanto da non cogliere che il buon consigliere regionale Amati, mister preferenze nelle ultime elezioni regionali nella coalizione di Emiliano, è un esponente di spicco di quel PD che convintamente sostiene il sindaco Rossi, lo stesso sindaco e maggioranza con al proprio interno proprio il PD come maggiore azionista, che giornalmente lo stesso sferza "convintamente" su tutto lo scibile della quotidiana gestione della "res publica" nostrana! E stante la quasi insanabile ricomposizione politico istituzionale per evidenti diversità di vedute della società ci si aspetta comportamenti coerenti e conseguenti da parte del consigliere regionale Amati (esponente influente di spicco del PD regionale, provinciale e locale) ovvero chiedere al proprio gruppo consiliare del PD al Comune di Brindisi che sostiene il sindaco Rossi, di staccare la spina a questa esperienza deludente e fallimentare (che Amati non perde occasione di rimarcare) dove proprio il PD continua a recitare un ruolo subalterno e succube ad un Sindaco ma soprattutto ad un movimento come BBC che proprio il buon Amati continua strenuamente a "contrastare".

"Diversamente -aggiunge- è evidente che questa iper proliferazione di attenzioni, attività, iniziative istituzionali, comunicati stampa, interviste del consigliere regionale del PD Amati, che vede il Comune di Brindisi al centro delle sue reprimende, rappresenta la classica e consunta politica da prima Repubblica (senza voler dare necessariamente aprioristicamente alla stessa un disvalore), con tatticismi che ricordano tanto l’attuale scontro Renzi/Conte, che serve più ad utilizzare la Città capoluogo come terreno di scontro all'arma bianca per risolvere e raggiungere i propri scopi personali (legittimi ma che poco importano ai brindisini) di riposizionamento all'interno del proprio partito ovvero il PD più che per un reale interesse nei confronti dei brindisini"

"Ben venga comunque l’interesse verso la nostra Città sicuramente maltrattata nuovamente da Emiliano che anche questa volta ha preferito tenere Brindisi fuori dalla Giunta regionale forse per ripagare con la stessa moneta una provincia ed una Città che nelle recenti elezioni regionali hanno sconfitto sonoramente lo stesso Emiliano e la sua coalizione fucsia arcobaleno, unica provincia in tutta la regione! Ovviamente con la massima stima e benefico d'inventario al buon Amati", conclude Oggiano.


da Massimiliano Oggiano

Capogruppo FDI Comune di Brindisi





Questo è un articolo pubblicato il 21-01-2021 alle 12:33 sul giornale del 22 gennaio 2021 - 121 letture

In questo articolo si parla di pd, brindisi, riccardo rossi, BBC, puglia, fratelli d'italia, fdi, Capogruppo, massimiliano oggiano, Fabiano Amati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bKu1